martedì 11 settembre 2012

POIS, la storia di una piccola e rivoluzionaria geometria

POIS SU NERO

 
 
Prendo spunto da un recentissimo acquisto Twin Set, un grazioso e romantico pull a pois… e tralascio di raccontarvi che il tormentone di questi giorni è un terribile ritornello che fà: una zebra a pois… non ne posso più! La storia dei pois la scrive anche Franca Sozzani, mi piace e ve la sintetizzo un po’:
 
Cecoslovacchia si diffonde in Europa e raggiunge l’America. In voga fino alla fine dell’Ottocento, il tempo di lanciare il polka dot pattern: tessuto a pois.
Che negli anni Trenta raggiunge la moda
Esplodono, in versione più euforica, e in abbinata bianco e rosso, nei Cinquanta.Marilyn. in uno  scatto del 1952 che la ritrae di spalle, in spiaggia, a mostrare il sorriso e lo sgargiante ombrellino a pois.

Nel 1961, sono pois ton sur ton, le lavorazioni rosa su rosa dell’abito indossato da Audrey Hepburn, in Colazione da Tiffany. Il suo, con fiocco in vita, cappottino in raso in tinta, diadema in testa…

Nati come trama folk, vengono resi couture Christian Dior e Jacques Fath, che li usano per abiti da ballo e da gran sera. Bianco, rosa e nero sono le tinte del momento.

Riappaiono negli Ottanta, quando una parte della moda rivede gli anni Cinquanta e il gusto di quegli anniIn un esercizio di settecentesca avant garde, Vivienne Westwood presenta la “mini-crini”, e non manca d’incrociare anche un’incursione a pois. Franco Moschino ne fa largo uso

Nel duemila. C’è un vaporoso abito bianconero tutto ruches, rasoterra, summer 2005 Saint Laurent. Gaultier ne fa un costume intero, una spalla sola, Dior un abito corto su sfondo cammello, le cui ruches svolazzano nell’estate 2009.

Estate 2010. Michelle Obama in visita a una scuola a Washington con un Lanvin a pois, e a sfondo blu.
Parallelamente, a pois: il trench di Comme des Garçons su Victoria Beckam, l’abito di Christina Ricci e quello di Demi Moore al festival di Berlino, mini o maxi, entrambi bianconero. A sfondo blu, la blusa con shorts di jeans e ballerine, di una Stella McCartney per la strada. Sfondo altrettanto blu, ma pois dorati!, per la fashionista Paris Hilton, che accompagna l’abito con borsetta Chanel, dorata anche lei.

Beyonce fotografata a Parigi, mentre dall’hotel Fouquet Barriere, fasciata da un completo con busto verde pino, rosso foglie d’autunno della gonna sotto al ginocchio, pois neri in overall: direttamente dalla passerella Marc Jacobs inverno 2011.

Yamamoto aveva già inserito un polka dot tra i suoi strati di nero-nomade-di-lusso, nella passerella 2007.
Comme des garcons, intanto, ha riempito di puntini d’autore la loro collezione per H&M.

E se la grande moda sceglie di far rivivere questo trend, le catene low-cost come H&M, Pimkie, Zara e Topshop, incoronano la fantasia come regina dell'anno: protagonista indiscussa, su giacche, tops e accessori.

E si arriva ad oggi, ora, una splendida Bellucci in abito nero con micro pois bianchi di Dolce & Gabbana.
 
D.
 
 
 

5 commenti:

  1. I follow you and I hope you will reciprocate...
    http://www.5minutiearrivo.com/

    RispondiElimina
  2. grazie mille :)!

    uh quanti pois :P!so di essere contro corrente ma devo ammettere che non ne sono una grande fan lol x)!
    bisous xxx

    RispondiElimina
  3. che carino questo poooooooooost l ho letto tutto di fila *_* in effetti non ci avevo mai pensato!!!! Grazie mille per averlo scritto :)

    xoxo K.

    http://kamila-peppermind.blogspot.co.uk/2012/09/les-tentations-irresistibles.html

    RispondiElimina

Lasciate qui la vostra sciccosa traccia ... sarà bello leggerla!